No al risarcimento danni automatico per violazione del GDPR, ora lo dice anche la CGUE

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha stabilito in una recente sentenza che la violazione del Regolamento europeo in materia di protezione dati personali non significa né giustifica automaticamente una richiesta di risarcimento del danno cosiddetto morale. Vediamo nel merito

L’articolo No al risarcimento danni automatico per violazione del GDPR, ora lo dice anche la CGUE proviene da Cyber Security 360.